Foto, pensieri, racconti, ricette e tant'altro...
Per un'ottima visualizzazione del blog consiglio Mozzila Firefox .
Folositi Mozzila Firefox pentru a putea vizualiza blogul in conditii optime.

lunedì 8 giugno 2009

Additivi alimentari

Spesso non si sa cosa sono, e siamo anche abbastanza superficiali per quello che li riguarda. Su wikipedia alcune informazioni:

Gli additivi alimentari sono sostanze impiegate nell'industria alimentare durante la preparazione, lo stoccaggio e la commercializzazione di prodotti destinati all alimentazione.

Essi sono definiti per legge a livello europeo come "qualsiasi sostanza normalmente non consumata come alimento in quanto tale e non utilizzata come ingrediente tipico degli alimenti, indipendentemente dal fatto di avere un valore nutritivo, che aggiunta intenzionalmente ai prodotti alimentari per un fine tecnologico nelle fasi di produzione, trasformazione, preparazione, trattamento, imballaggio, trasporto o immagazzinamento degli alimenti, si possa ragionevolmente presumere che diventi, essa stessa o i suoi derivati, un componente di tali alimenti, direttamente o indirettamente" (Direttiva del Consiglio 89/107/CEE). Gli additivi sono classificati in base alla loro funzione. Si possono individuare tre grandi gruppi di additivi:

  • Additivi che aiutano a preservare la freschezza degli alimenti: conservanti, che rallentano la crescita di microbi, e antiossidanti, che prevengono i fenomeni di irrancidimento.
  • Additivi che migliorano le caratteristiche sensoriali degli alimenti: coloranti, addensanti, emulsionanti, dolcificanti, esaltatori di sapidità.
  • Additivi tecnologici, usati per facilitare la lavorazione degli alimenti ma che non hanno una specifica funzione nel prodotto finale (definiti anche adiuvanti): agenti anti-schiuma, anti-agglomeranti ecc.

Gli additivi subiscono a livello europeo e internazionale un processo di valutazione della sicurezza prima di essere autorizzati per l'uso alimentare. In Europa la valutazione viene effettuata dall'Agenzia per la Sicurezza Alimentare (EFSA), e a livello internazionale dal Comitato congiunto di esperti sugli additivi alimentari (JECFA - Joint Expert Committee on Food Additives) dell'Organizzazione per l'Alimentazione e l'Agricoltura (FAO) e dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)[1].
Gli additivi autorizzati a livello europeo sono contrassegnati da una sigla numerica preceduta dalla lettera E. ("E605" non è un additivo alimentare; è la sigla che identifica il parathion, un insetticida altamente tossico; la siglatura "E" è dovuta ad una coincidenza casuale).

Classificazione in base al numero:

100-199

Coloranti

100-109 – gialli
110-119 – arancione
120-129 – rossi
130-139 – blu e violetti
140-149 – verdi
150-159 – marroni e neri
160-199 – altri

200-299

Conservanti

200-209sorbati
210-219benzoati
220-229solfuri
230-239fenoli e formiati
240-259nitrati
260-269acetati
270-279lattati
280-289propionati
290-299 – altri

300-399

Antiossidanti e regolatori di acidità

300-309 – ascorbati (vitamina C)
310-319gallati e eritorbati
320-329lattati
330-339citrati e tartrati
340-349fosfati
350-359malati e adipati
360-369succinati e fumarati
370-399 – altri

400-499

Addensanti, stabilizzanti e emulsionanti

400-409alginati
410-419gomma naturale
420-429 – altri agenti naturali
430-439 – derivati del poliossietilene
440-449 – emulsionanti naturali
450-459fosfati
460-469 – derivati della cellulosa
470-489 – derivati degli acidi grassi
490-499 – altri

500-599

Regolatori di acidità e anti-agglomeranti

500-509acidi e basi inorganiche
510-519cloruri e solfati
520-529 – solfati e idrossidi
530-549 – sali dei metalli alcalini
550-559silicati
570-579stearati e gluconati
580-599 – altri

600-699

Esaltatori di sapidità

620-629 glutammati
630-639 inosinati
640-649 – altri

900-999

Vari

900-909cere
910-919 – glasse
920-929 – agenti ausiliari
930-949gas per confezionamento
950-969dolcificanti
990-999schiumogeni

1100-1599

Altri prodotti

Sostanze che non rientrano nelle classificazioni sopra indicate

Si noti che non tutti i composti rientrano negli intervalli numerici indicati e alcuni, specialmente nell'intervallo E400-499, hanno più applicazioni.

Abbreviazioni usate nell'elenco

vedi tutto qui

Vedi anche.Tossicità dei principali additivi

E' stata una mia amica medico che mi ha detto di stare attenta a tutti i prodotti che riportano questi "E" (tutti gli additivi approvati o non riportano attualmente la E), bisogna Evitarli!!

2 commenti:

Luca and Sabrina ha detto...

Se ne sta parlando tanto in questo periodo, ma vedere tutto scritto nero su bianco, con tanto di tabella, è molto importante. Noi per quanto possiamo cerchiamo di evitare gli additivi chimici, non siamo attratti nemmeno un po' dalla cucina molecolare che di appetitoso ha ben poco, di certo non l'aspetto e preferiamo un bel piatto di pasta ad un cubetto colorato che starebbe a rappresentare gli spaghetti all'amatriciana, tanto per dire un piatto. Faremo ancora più attenzione!
Baciotti da Sabrina&Luca

may26 ha detto...

(^_^)ciao Kris, complimenti proprio un lavoro di ricerca ben approfondito grazie (°_°) io purtroppo uso i coloranti alimentari per colorare lo zucchero e sulla confezione c'è scritto in base al colore tipo rosso -E124 ...in verità non so se ne esistono in commercio dei tipi di coloranti naturali mmm mi hai fatto pensare vado a verificare (^_^) un abbraccio baci baci ♥

K R I S

Italiano-English- Romana

Per la traduzione di un post, lasciate un vostro commento.
For translation, leave a comment, please.
Pentru traducerea unui post, lasati un mesaj la "commenti".

Machine Translations

Bubbles

Etichette