Foto, pensieri, racconti, ricette e tant'altro...
Per un'ottima visualizzazione del blog consiglio Mozzila Firefox .
Folositi Mozzila Firefox pentru a putea vizualiza blogul in conditii optime.

martedì 7 ottobre 2008

Floarea soarelui - Il girasole



Azi am primit un fir de....floarea soarelui :-) Si cum e tare frumoasa ca floare, am pozat-o. Si stiind eu ca citisem cu ani in urma povesti si legende, m-am uitat pe net sa-mi reamintesc putintel...Si am gasit urmatoarele pe ..."forumul mamicilor care stiu sa se exprime" :-)

"
Floarea soarelui este floarea mandriei si a veseliei. Exista o legenda bazata pe mitologia greaca, care ne spune originea florii soarelui. Se spune ca, demult, Clydie o nimfa a stejarului era indragostita de Apollo, zeul soarelui. Dar Apollo nu era indragostit de ea. Asa ca ea statea toata ziua, de la rasaritul soarelui pana la apus, uitandu-se la iubitul ei Soare. Ca printr-o minune, Trupul nimfei s-a transformat intr-o floare. Picioarele i-au devenit o tulpina zvelta, iar fata o floare de soare. Parul ei balai a devenit un sirag de petale galbene. Transformata intr-o floare, Clydie inca se mai uita dupa soare in fiecare zi. "

Cate ceva despre aceasta floare:
"
Floarea soarelui incanta prin generozitatea si frumusetea sa ravisanta, stralucind in lumina calda a soarelui. Lanurile aurii incanta privirile oricui in zilele calde de vara. Floarea soarelui poate atinge o inaltime de 5 m. Frunzele sale verzi sunt in forma de inima.

Planta vine din America de Nord si se presupune ca a fost cultivata acum 3000 de ani de indieni in Arizona si New Mexico. Prin 1500 floarea soarelui a fost adusa si in Europa de exploratorii spanioli. Initial a fost plantata doar ca planta decorativa, capatand uz comercial abia cand a fost adusa in Rusia.

In 1835, un taran rus de langa Voronej a facut o descoperire care avea sa dea aripi revolutiei industriale: presa pentru ulei din floarea-soarelui. Cativa ani mai tarziu, sute de mii de hectare din Europa erau acoperite cu uimitoare lanuri galben-aurii. Aveau sa mai treaca inca doua sute de ani pana la descoperirea valorii terapeutice a florii-soarelui, care s-a dovedit a fi un elixir de sanatate cu o actiune puternica.

Inainte de primul razboi mondial, aproximativ 3200 de km patrati de pe suprafata pamantului erau acoperiti cu floarea soarelui si produceau 100 000 de tone de ulei. In prezent, cantitatea de ului este de 7 ori mai mare.

Pictori celebri au imortalizar aceasta floare: Vincent Van Gogh (Vase with Twelve Sunflowers, august 1888)

Proprietati terapeutice ale plantei sunt cunoscute si raspandite in toata lumea:
Radacina - se recolteaza toamna timpuriu, cand inca mai are vigoare, se spala bine, dupa care se taie in fasii, pentru a nu mucegai, si se pune la uscat. Are proprietati laxative si usor calmante gastrice.
Tulpina - se recolteaza si se foloseste numai verde, avand puternice efecte febrifuge.
Frunzele - ca si tulpina, se folosesc numai verzi, avand pe langa efectele febrifuge, o actiune expectoranta si decongestiva pulmonara.
Petalele florii - se recolteaza prin ciupire de pe palarie si se folosesc proaspete, pentru tinctura, sau se usuca in strat subtire. Sunt un remediu uluitor de puternic, cercetari de ultima ora aratand ca au o actiune intensa de stimulare imunitara, antitumorala si de marire a capacitatii de adaptare a organismului.
Semintele - sunt binecunoscute ca aliment, fiind consumate mai mult prajite, ceea ce le altereaza proprietatile curative. Putini stiu ca, atunci cand sunt foarte proaspete si necojite, ele devin un remediu de forta pentru combaterea bolilor de rinichi, de bila si circulatorii.
Palaria - este partea din floare care ramane dupa indepartarea semintelor. In medicina populara, este un leac verificat contra durerilor de cap, a insolatiei, si-a bolilor eruptive la nivelul pielii." (aceeasi sursa amintita mai sus).

In italiano:
Oggi ho avuto in regalo un girasole..un fiore così bello, e ricordandomi che da bambina ho letto qualche storia che la riguarda ho cercato di ricordami girovagando su internet..ecco che ho trovato qui:
"
La leggenda: Secondo una tradizione inca, i figli del dio Sole partirono alla volta della Terra per salvare gli umani dalla loro condizione selvaggia e brutale portando con sé un cuneo d'oro e l'immagine del padre raffigurata in un fiore, il girasole. I due fratelli decisero di stabilire la loro dimora là dove il cuneo si fosse piantato senza sforzo nella terra. Ciò accadde in Perù, nella valle chiamata Cuzco, ovvero "ombelico", dove i figli del dio Sole si fermarono, piantarono il girasole e regnarono per lungo tempo in modo magnanimo e tollerante.

Arte: Il girasole, una volta importato dal Perù, viene adottato come simbolo ornamentale e di frequente rappresentato su stoffe, inciso su metalli e forgiato nel legno soprattutto in età vittoriana e all'epoca del Re Sole. Oscar Wilde lo adopera come simbolo del movimento estetico da lui fondato, mentre nel novecento questo fiore popola i componimenti di alcuni poeti come Montale e di romanzieri come D'Annunzio. Il pittore che senz'altro fu maggiormente suggestionato dal potere evocativo del girasole fu Van Gogh nelle cui opere tale fiore ricorre di sovente.

Significato: Se presso le civiltà precolombiane e gli egiziani il girasole era il simbolo della divinità e simboleggiava il dio Sole, in Europa questo fiore assunse ben presto significati negativi rappresentando falsità ed amori infelici. Alcuni attribuiscono queste connotazioni negative ad un senso di colpa collettivo ed ancestrale degli uomini per essere entrati in possesso di un fiore divino."

Sul sito ci sono anche altre storie che riguardano i fiori....E se come le trovo interessanti, almeno come simbolo, "rubecchio" un po' ;-)

L'assenzio

- Donare il fiore dell'assenzio augura felicità a chi lo riceve.
La camelia

è simbolo di costanza in amore e di grazia, di bellezza. Se è bianca, significa stima e ammirazione; se rossa, amore e speranza.
La camomilla

è considerata la pianta emblema della resistenza alle difficoltà. Un vecchio proverbio consiglia di affrontare la vita "come fa un tappeto di camomilla, che più è calpestato e più si propaga". In questo è simile alla margherita, alla quale somiglia, che ha il significato di pazienza.
Il ciclamino:

nel linguaggio dei fiori vuol dire diffidenza, proprio perché nonostante la sua bellezza e i suoi presunti poteri magici, le sue radici contengono una, seppur minima, quantità di veleno.
Il fiordaliso:

In Oriente, se gli innamorati regalano all'amata un fiordaliso, è perchè vogliono esprimerle la speranza di ottenere felicità da lei. Rappresenta infatti la felicità nel linguaggio dei fiori ed è probabile che un riferimento tanto ambito gli derivi dal soprannome, spesso usato nei secoli scorsi, di "erba degli incantesimi". C'è chi, ispirato dei petali leggeri, gli ha attribuito il significato di leggerezza.
Il garofano:

Nel linguaggio dei fiori il significato del garofano varia a seconda colore dello stesso. Se bianco esprime fedeltà, se rosso amore passionale e impetuoso, se giallo eleganza, se rosa fedeltà e amore reciproco, se screziato fiducia.
Il giglio:

Per antonomasia il giglio simboleggia la purezza, l'innocenza ed il candore, dovuto probabilmente al colore a cui spesso lo troviamo associato: il bianco.
Il narciso:

Il narciso, in linea con quanto narra la mitologia, simboleggia l'autostima, la vanità e l'incapacità di amare.
La ninfea:

Presso i Greci era simbolo dell'amore non corrisposto e dell'amore platonico, mentre in Oriente, poiché alcune specie di ninfea si chiudono di notte e si riaprono con il sorgere del sole, è simbolo dell'alba. In Occidente, la ninfea rappresenta la castità, la purezza e la freddezza.
Il papavero:

la tradizione mitologica narra che Demetra, dea delle messi e dei raccolti, disperata dopo la perdita della figlia, riuscì a trovare conforto solo bevendo infusi di papavero. Questo fiore, quindi, simboleggia la consolazione, significato accanto al quale spesso è annoverato quello della semplicità.
La rosa:

come per tutti i fiori, ma per la rosa in particolare, il significato varia a seconda del colore: la rosa rossa simboleggia la passione, quella bianca il mistero, la rosa thea la gentilezza e quella gialla la gelosia.
Il tulipano

selvatico simboleggia il primo amore, mentre nell'arte e nella poesia questo fiore ha rappresentato spesso l'onestà, l'incostanza, l'amore perfetto, la mancanza di discernimento. L'apparente contraddizione dei significati attribuiti al tulipano si pensa debba essere attribuita ai molteplici e contrastanti stati d'animo che vengono sperimentati durante un amore.
per chi vuole sapere di più: qui



2 commenti:

Gloria ha detto...

Frumos articol,nu stiam toate lucrurile astea despre florea soarelui...
ps.multumesc ptr visita.

kris ha detto...

Eu citisem cate ceva dar cu ani in urma....Nu e prima oara cand iti fac o "vizita"....imi place cum scrii. Pa

K R I S

Italiano-English- Romana

Per la traduzione di un post, lasciate un vostro commento.
For translation, leave a comment, please.
Pentru traducerea unui post, lasati un mesaj la "commenti".

Machine Translations

Bubbles

Archivio blog

Etichette